Home / Editoriali / Cosa è successo oggi: Mercoledì 21 Marzo 2018

Cosa è successo oggi: Mercoledì 21 Marzo 2018

Partiamo subito dalle Borse: Oggi le azioni AAPL hanno ceduto l’1,26 (-0,72%) raggiungendo una capitalizzazione record a 882,80 Mrd di Dollari.

L’indice Dow Jones ha avuto un rialzo di 130,56 punti (+0,53%), Bene anche l’altro Indice il Nasdaq che ha avuto un rialzo di 23,78 punti (+0,32%), Per ultimo Piazza Affari ha avuto un rialzo di 10,32 punti (+0,05%).

Passiamo al mondo della tecnologia: Giornata strapiena di news, parto subito dicendo che oggi Apple ha lanciato dei nuovi cinturini primaverili per Apple Watch, tra questi ci sono anche delle nuove colorazioni per i modelli Hermès e Nike Sport Loop.

I nuovi cinturini possono acquistati sul sito Apple cliccando QUI.

Altra novità molto interessate, da oggi potremo usare il servizio Apple Pay anche con Bunq, una banca virtuale che opera esclusivamente tramite iPhone con la sua applicazione ufficiale scaricabile gratuitamente tramite App Store, La conferma arriva direttamente dal sito ufficiale di Bunq che dal sito Apple nella sezione deviato ad “Apple Pay”:

È possibile scaricare l’app Bunq cliccando QUI.

Oggi è stata pubblicata l’annuale classifica di LinkedIn sulle 50 aziende in cui le persone vogliono lavorare negli Stati Uniti, dove troviamo Apple al sesto posto superata da Amazon, Alphabet (Google), Facebook, Salesforce e Tesla, Nella Top 10 troviamo anche Netflix, NBC Universal, The Walt Disney Company e Oracle.

Qui sotto trovate la classifica completa:

    1. Amazon
    2. Alphabet
    3. Facebook
    4. Salesforce
    5. Tesla
    6. Apple
    7. NBCUniversal
    8. The Walt Disney Company
    9. Oracle
    10. Netflix
    11. Spotify
    12. Uber
    13. McKinsey & Company
    14. Adobe
    15. Airbnb
    16. Time Warner Inc.
    17. Dell Technologies
    18. JPMorgan Chase & Co.
    19. LVMH
    20. IBM
    21. Samsung
    22. Deloitte
    23. Verizon
    24. Goldman Sachs
    25. PwC
    26. The Boston Consulting Group
    27. Live Nation Entertainment
    28. Morgan Stanley
    29. EY
    30. Stryker
    31. Cisco
    32. Dropbox
    33. National Basketball Association
    34. Accenture
    35. Nike
    36. WeWork
    37. Citadel
    38. Kering
    39. National Football League
    40. Square
    41. ADP
    42. Capital One
    43. Twitter
    44. Box
    45. Johnson & Johnson
    46. Starbucks
    47. PepsiCo
    48. JLL
    49. Tableau Software
    50. Abbott

Altra notizia di oggi è che secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, Il responsabile di Apple Music  “Jimmy Iovine” passerà ad un “solo” ruolo di consulenza, di certo non lascerà l’azienda e sarà sempre legato ad Apple Music ma farà un grosso passo indietro nel suo ruolo attuale da direttore, Nelle settimane precedenti lo stesso Iovine aveva completamente smentito le voci di un suo presunto addio ad Apple dichiarato che ” Mi impegno a fare qualunque cosa Eddy Cue, Tim Cook e Apple abbiano bisogno che io faccia, per aiutare ovunque e comunque e per portare il mio impegno fino in fondo. Sono e rimango nella band. Ho letto di notizie di un mio allontanamento da Apple a partire dal mese di agosto, ma non sarà così. Il mio contratto dovrebbe scadere ad agosto, ma la cosa divertente è che non ho un contratto, ho solo un accordo e certi accordi durano molto più tempo. La conclusione è che sono fedele ai ragazzi di Apple, amo Apple e amo i musicisti. Ecco perchè questi articoli mi hanno infastidito, perchè non avevano nulla a che fare con la realtà”.

Nella giornata di oggi è stato scoperto un nuovo importante e pericoloso bug in iOS 11 che permette a Siri di leggere i messaggi, non letti e di vedere le notifiche nascoste nella lock screen da qualunque applicazione di messaggistica tranne l’app di sistema “Messaggi” di Apple presente su ogni iPhone e iPad, Il bug è presente sia sulla versione già rilasciata pubblicamente iOS 11.2.6 che sulla versione di iOS 11.3 (Beta 6), In ogni caso il bug è stato segnato ad Apple che sta lavorando per risolverlo.

Diamo uno sguardo velocemente alle ultime notizie di oggi:

  1. Secondo un nuovo rumor riportato dal sito Digitimes, quest’anno Apple presenterà un iPhone con un display OLED da 5.8 ma sarà più economico del 10% con una produzione molto più bassa rispetto al modello attuale.
  2. Oggi Apple e IBM hanno siglato un nuovo accordo che permetterà alle azienda di implementare funzionalità avanzate di apprendimento tramite la tecnologia Core ML di Apple e Watson di IBM.
  3. La Corte Suprema della Russia oggi ha dato ragione al governo, obbligando la nota applicazione di messaggistica istantanea “Telegram” a fornire entro 15 giorni le chiavi per la crittografia della sua piattaforma, Vedremo prossimamente come si evolverà la vicenda.
  4. La Commissione Europea sta valutando di aggiungere un ulteriore imposta del 3% sulle entrate delle aziende tecnologiche come Apple, Google, Facebook, Microsoft e molto altre per fare in modo che questa grandi multinazionali paghino ovunque la giusta quota di tasse.
  5. Prossimamente il rivenditore Britannico “John Lewis” aprirà un nuovo negozio di oltre 21.000 metri quadrati nel centro commerciale di Westfield di Londra dove di potrà sperimentare e vivere in una casa completamente Smart sfruttando gli accessori compatirli con il protocollo di Apple “HomeKit”.
  6. Apple recentemente ha annunciato ufficialmente le migliorie che saranno introdotte in Swift 4.1, Tra le novità troviamo la possibilità di scrivere funzioni e type flessibili riutilizzabili che possono funzionare con qualsiasi tipologia di app, in base ai requisiti definiti dall’utente, Novità anche per quanto riguarda la libreria standard di Swift completamente riprogettata oltre vari miglioramenti a  Swift Package Manager e Swift su Linux.

Passiamo alle notizie curiose: Se vi ricordate ieri vi ho parlato del fatto che era possibile acquistare una Tesla Model 3 tramite il servizio “Apple Pay” Invece oggi è stato annunciato che oltre 16.000 Chiese Anglicane lo accetteranno come sistema di pagamento per Matrimoni, Battesimi e altri eventi speciali, Inoltre entro fine anno potremo anche fare le classiche offerte che vengono lasciate in messe usando sempre il servizio Apple Pay .

L’altra notizia curiosa è che stando ai dati pubblicati dall’organizzazione “World Trade Organization (OMC)” l’iPhone sta avendo sempre più un grosso ruolo nel distorcere il deficit commerciale tra Stati Uniti e Cina anche se l’iPhone viene costruito proprio in Cina e di norma si pensa che tale scelta farebbe girare numerosi soldi da parte di Apple, mentre in realtà viene speso molto meno denaro:

Prendendo il solo iPhone X, IHS Markit stima che i suoi componenti costano un totale di 370,25 dollari. Di questo, 110$ vanno a Samsung Electronics in Corea del Sud per la fornitura dei display. Altri 44,45$ vanno alla giapponese Toshiba e alla coreana SK Hynix per i chip di memoria. Ci sono poi fornitori da Taiwan, Stati Uniti ed Europa che prendono la loro parte, mentre l’assemblaggio realizzato in Cina rappresenta solo il 3-6% del costo di produzione.

Per oggi non ho da parlarvi di nessuna notizia riguardo il mondo dei mattoncini Lego.

 

Nota Bene: I dati sulla Borsa sono aggiornati all’ora di pubblicazione di questo editoriale e possono subire modifiche senza nessun preavviso, Il sito e il proprietario non forniscono nessuna consulenza finanziaria né tale articolo è da ritenersi una consulenza in ambito di investimenti e non.

Di Vittorio Pagani

Appassionato di Tecnologia e sopratutto del mondo Apple, mi piace provare nuovi prodotti di ogni genere, la mia più grande passione è costruire e collezionare Lego, Amo l'Italia e il cibo Italiano, nel tempo libero mi programmo a più posso mentre ascolto bella musica.

Controlla anche

Cosa è successo oggi: Mercoledì 13 Giugno 2018

Partiamo subito dalle Borse: Oggi le azioni AAPL hanno avuto un rialzo di 0,39 punti (+0,20%) raggiungendo …