Home / Editoriali / Cosa è successo oggi: Lunedì 12 Marzo 2018

Cosa è successo oggi: Lunedì 12 Marzo 2018

Partiamo subito dalle Borse: Oggi le azioni AAPL hanno avuto un rialzo di 1,95 punti (+0,65%) raggiungendo una capitalizzazione record a 923,20 Mrd di Dollari.

L’indice Dow Jones ha ceduto il 99,49 (-0,37%), Bene invece l’altro Indice il Nasdaq che ha avuto un rialzo di 37,14 punti (+0,49%), Per ultimo Piazza Affari ha avuto un rialzo di 28,09 punti (+0,11%).

Passiamo al mondo della tecnologia: Apriamo subito la settimana con due notizie riguardo nuovi brevetti registrati da Apple: Il primo riguarda una futuristica tastiera con meccanismo “A Farfalla” ma con una soluzione in grado da evitare che polvere o bricioli e blocchino il funzionamento della tastiera

 
Dall’immagine dal brevetto non emergono purtroppo ulteriori dettagli, ma in ogni caso sappiamo che Apple sta prendendo seriamente tale problema e sta lavorando per rivolervelo magari implementando questa caratteristica sui dei futuri MacBook.

L’altro brevetto descrive dei ganci alari (Ear Wingtips) da applicare ai singoli auricolari probabilmente AirPods o Beats per migliore l’ancoraggio alle orecchie durante l’utilizzo, Tali ganci dovrebbero essere realizzati in materiale flessibile in modo da adattarsi a qualsiasi forma delle orecchie.

Per adesso non sappiamo se Apple includerà o venderà a parte tali ganci per applicarli ad AirPods o a cuffie Beats.

Sempre oggi è trapelato online un documento datato 21 Febbraio 2018 dove si legge che il tool “GrayKey” dell’azienda Americana Grayshift è stato acquistato dalla Polizia dell’Indiana per la cifra di 14.500$ (Annui), Tale licenza compre 300 tentativi di sbocco su qualsiasi Smartphone (iPhone compresi) mentre l’altro pacchetto da 30.000$ (Annui) offre tentativi illimitati, Secondo l’azienda tale tool funziona anche su iPhone disattivati ed è in grado di estrarre il file system completo dal dispositivo Apple, Cosa certa che la Polizia lo userà sicuramente solo in casi estremante gravi come quelli di omicidio o violenza sui minori.

Altra notizia di oggi, che farà felice parecchi sviluppatori, Per la prima nella classifica di RedMonk è comparso il linguaggio di programmazione Swift al decimo posto tra quelli più utilizzati dagli sviluppatori al mondo, Il merito di questo importa diffusione è sicuramente dovuto al successo di iPhone, iPad e Mac dato che Swift sostituisce completamente il vecchio e difficile “Objective C” come linguaggio di programmazione di Apple per le app iOS  e MacOS, La classifica è composta anche da JavaScript, Java, Python, PHP, C #, 6 C ++, CSS,  Ruby, C, Swift, Objective-C, Shell, R, TypeScript, Scala, Go, PowerShell, Perl, Haskell e Lua.

In questi giorni il sito San Francisco Chronicle ha riportato che la persona chiave del proiettore per la costruzione dell’Apple Park “Dan Whisenhunt” lascerà l’azienda prossimamente e verrà sostituto da Kristina Raspe che finora ha ricoperto il ruolo di Senior Director of Real Estate and Development sempre in Apple, Nel corso di questi ultimi anni Dan Whisenhunt ha curato particolarmente i rapporti tra Apple e il consiglio municipale di Cupertino nelle varie autorizzazioni e nella gestione di tutti i lavori per il completamento del nuovo campus, Altra costruzione sviluppata da lui è il Caffè Macs Alves, una filiale della caffetteria azienda di Apple, situata in fondo alla strada del vecchio campus “Infinite Loop”, Rimane solo il dubbio che questa decisione sia stata presa visti i problemi dei dipendenti che vanno letteralmente a sbattere sulle porte e pareti in vetro dell’Apple Park, Per adesso non sono state rilevate ulteriori informazioni, vedremo più avanti.

Giornata piena di news passiamo alla prossima: Secondo il sito Digitimes quest’anno Apple presenterà alla WWDC a Giugno 2018 un nuovo MacBook con Display Retina da 13 Pollici molto più economico rispetto all’attuale linea MacBook, Il pannello che verrà realizzato da LG Display avrà una risoluzione di 2560 x 1600 pixel, con densità pari a 226 ppi, Tutto questo unito a caratteristiche avanzate ad un prezzo che si aggirerà sui 999$, Sempre alla WWDC è attesa anche la presentazione del iPad (Entry-Level) da 9.7 pollici ad un prezzo di 229$.

Penultima notizia di oggi è che Apple ha deciso di cambiare il logo del suo marchio MFi /Made For iPhone, iPad e iPod) utilizzato dai vari produttori per certificare accessori compatibili con prodotti Apple, Diciamo che il cambiamento è minimo visto che, rispetto al vecchio logo, sono state tolte solo le immagine dei vari dispostivi (iPhone, iPad, iPhone) sostituendole solo dal logo di Apple.

Notiamo come sia cambiato l’ordine di tali dispositivi: Da iPod, iPhone e iPad a iPhone, iPad e iPod, Ultima cosa, non meno importante, D’ora in poi i vari produttori che fanno parte del programma MFi potranno includere nei loro accessori certificati iOS e Mac per la ricarica una presa USB-C, Questo consentirà agli utenti varie cose tra cui: Ricaricare accessori usando un alimentatore già disponibile in casa, ad esempio prendendo l’energia dalla porta USB di un Mac utilizzando lo stesso cavo, Altra cosa interesserà è che i produttori potranno creare anche un cavo output analogico stereo che consentirà agli utenti di passare dalla porta Lightning a un ingresso da 3,5 mm su un altro dispositivo, Collegandoci al discorso dei sopra dei loghi, i produttori avranno 90 giorni a partire da oggi per adeguarsi nell’utilizzarli.

Ultima notizia di oggi: Secondo diversi rumor, la nota azienda “Intel” è interessata ad acquistare Broadcom, azienda specializzata nella produzione di semiconduttori e circuiti integrati, Tale notizia arriva proprio nello giorno in cui il presidente degli Stati Uniti “Donald Trump” ha messo un ordine esecutivo per bloccare l’acquisizione (Fusione) proprio da Broadcom e Qualcomm, affermando che la decisione è stata presa per proteggere la sicurezza nazionale, Al momento non sono stare rilevate ulteriori informazioni, Ricordiamo però che Apple guarda molta attenzione lo sviluppo di queste possibili acquisizioni, infatti, come saprete, in questi mesi Qualcomm e Apple sono protagoniste di una dura e lunga battaglia legale iniziata per via di pagamenti e accordi non rispettati e proprio l’acquisizione da parte di Broadcom potrebbe porre fine a questa vicenda.

Passiamo alle notizie curiose: La prima è che, dopo due anni di lavori è stato finalmente aperto, a Budapest, il primo Hotel interamente controllabile tramite Smartphone, L’Hotel di categoria “4 Stelle” si chiama “KViHotel” e dispone di circa 40 stanze tutte controllabili direttamente dal palmo della propria mano, L’app permette sia di prenotare una camera per poi effettuare il check-in (Fino a 48 ore prima dall’arrivo) e grazie alla connessione Bluetooth anche aprire direttamente la porta della camera scelta, controllare il climatizzatore e l’impianto di riscaldamento scegliendo la temperatura che si desidera anche prima dell’arrivo, Sempre dall’app è possibile prenotare un Taxi e monitorare il processo di pagamento facendo il check-out saldando direttamente il conto online in modo sicuro tramite Carta di credito (PayPal arriverà presto) con l’invio della fattura via Mail, Ma non è tuto perchè l’app può gestire anche gli incarichi del personale gestendoli automaticamente in base a un algoritmo, trasmodando la stessa in una sorta di strumento di lavoro, dando proprietà alle camera per cui è previsto l’arrivo di nuovi ospiti.

La seconda è ancora più curiosa: Non tutti lo sanno ma Siri nel 2010 era solo un’app lanciata per iOS dall’azienda “SRI International” per poi essere acquisita da Apple, Nel 2011 precisamente il 4 Ottobre 2011 venne lanciato l’iPhone 4s con a bardo proprio l’assistente vocale Siri totalmente integrato nel sistema operativo, da quel momento Apple non ha fatto altro che migliorarla aggiungendoli sempre nuove funzioni, lingue e facendola interagire sempre più in modo naturale con l’utente, Recentemente però il co-fondadore dell’azienda che aveva creato Siri nel lontano 2008 ha voluto dichiarare parecchie cose aggiungendo una piccola critica verso Apple dicendo che vuole arrivare ad un livello di perfezione che non potrà mai ottenere:

Questo sta accadendo perché Apple ha scelto di portare Siri in una direzione molto diversa rispetto a quella prevista dai suoi creatori originali. Prima di Apple, Siri era destinata ad offrire consigli intelligenti su viaggi e intrattenimento. Ad esempio, se ti trovavi in un aeroporto e il tuo volo veniva cancellato, Siri sarebbe stata in grado di cercare autonomamente un percorso alternativo per raggiungere la meta. In mancanza di alternative, Siri avrebbe consigliato il percorso più rapido per ritornare a casa o, se si era lontani, avrebbe mostrato una lista di alberghi nelle vicinanze.

Erano compiti più semplici, ma li avrebbe portati a termine in un modo impeccabile. Dopo aver sviluppato queste prime aree, avremmo poi esteso le funzioni di Siri ad argomenti collegati, migliorando poco alla volta l’assistente virtuale. Apple, invece, ha presentato fin da subito Siri come un assistente che può aiutarti in tutti i settori della tua vita. Si tratta di una sfida talmente grande che sarà praticamente impossibile perfezionare Siri in ogni singola area di potenziale utilizzo, soprattutto perchè Apple ha 1 miliardo di clienti. Un miliardo di persone con esigenze diverse. Probabilmente stanno cercando un livello di perfezione che non potranno mai ottenere.

Per oggi non ho da parlarvi di nessuna notizia riguardo il mondo dei mattoncini Lego.

 

Nota Bene: I dati sulla Borsa sono aggiornati all’ora di pubblicazione di questo editoriale e possono subire modifiche senza nessun preavviso, Il sito e il proprietario non forniscono nessuna consulenza finanziaria né tale articolo è da ritenersi una consulenza in ambito di investimenti e non.

Di Vittorio Pagani

Appassionato di Tecnologia e sopratutto del mondo Apple, mi piace provare nuovi prodotti di ogni genere, la mia più grande passione è costruire e collezionare Lego, Amo l'Italia e il cibo Italiano, nel tempo libero mi programmo a più posso mentre ascolto bella musica.

Controlla anche

Cosa è successo oggi: Mercoledì 13 Giugno 2018

Partiamo subito dalle Borse: Oggi le azioni AAPL hanno avuto un rialzo di 0,39 punti (+0,20%) raggiungendo …