Home / Editoriali / Cosa è successo oggi: Giovedì 12 Aprile 2018

Cosa è successo oggi: Giovedì 12 Aprile 2018

Secondo un nuovo report pubblicato dal sito “Bloomberg” Apple, a fine Marzo 2018, avrebbe tagliato completamente gli ordini di HomePod presso il suo più importante fornitore “Inventec Corporation” in quanto le vendite non starebbero andando molto a rilento rispetto a quanto previsto, In particolare prima della sua disponibilità sul mercato (fine Gennaio 2018) l’HomePod è riuscito ha conquistare circa un terzo del mercato degli Speaker Smart ma subito dopo la sua uscita (Febbraio 2018) le vendite sarebbero disunite rapidamente (Circa il 4% settimanale), Altro fattore da tenere in forte considerazione è che in molti Apple Store la situazione sembra essere ancora peggiore, con meno di 10 HomePod venduti al giorno.

Sempre oggi, secondo quanto riportato dall’ultima ricerca di mercato pubblicata da “Gartner”, nel primo trimestre del 2018, Apple avrebbe spedito oltre 4,3 milioni di Mac, in crescita dell’1,5% anno su anno, Grazie a questi dati, l’azienda si mantiene al quarto posto tra i produttori di PC / Mac a livello mondiale, con una quota superiore al 6,9% (+0,2% rispetto allo stesso periodo di un anno fa):

Nella classifica, che trovate qui sopra, possiamo vedere “HP” che mantiene il primo posto (20,8%) seguita da “Lenovo” (20%), “Dell” (16%) e in netto calo rispetto al 2017 “Asus” con il 6,3%.

Nella versione Beta di MacOS High Sierra 10.13.4 è comparso un nuovo avviso dove viene specificato che, molto presto, tutte le applicazioni a 32 Bit smetteranno completamente di funzionare:

Come potete vedere dall’avviso, qui sopra, la finestra avvisa semplicemente che l’app in questione dev’essere aggiornata dallo sviluppato mentre cliccando sul tasto “Learn More…” si aprirà una pagina del sito Apple dove ci verrà spiegato la motivazione di tale scelta, del tutto condivisibile:

Le tecnologie che definiscono l’esperienza Mac di oggi, come l’accelerazione grafica Metal, funzionano solo con le app a 64 bit. Per assicurarti che le app che acquisti siano così avanzate come quelle del Mac su cui le esegui, a tutti i futuri software Mac sarà richiesto di essere a 64-bit.

Per ultimo precisiamo che, come ribadito da Apple “Le date finali di tale di transizione non sono state ancora stabilite”, ma è comunque necessario verificare la presenza di app a 32 Bit prima che tale supporto venga interrotto in futuro.

 Diamo uno sguardo velocemente alle ultime notizie di oggi:
  1. Secondo quanto riportato da diversi media Coreani, Samsung starebbe avviando la produzione di massa dei futuri schermi OLED che saranno utilizzati sugli iPhone di prossima generazione, in uscita nell’autunno 2018.
  2. Secondo quanto riportato dal sito “Bloomberg” Apple starebbe pensando di cambiare l’attuale materiale utilizzato per la base dell’HomePod per risolvere definitamente il problemi dei segni bianchi lasciati su alcune superfici di legno.
  3. Nella giornata di oggi, diverse aziende che riparano iPhone, hanno riportato che anche utilizzando parti di ricambio originali Apple, in particolare schermi e display, si può incorrere in qualche problema di compatibilità, in quanto da iOS 11.3 non viene più attivata la funzione di gestione automatica della luminosità.

In molti casi abbiamo visto Apple in ritardo nello sviluppo del software rispetto a quello hardware, ma questo fa ben sperare nell’obiettivo di garantire una strategia di innovazione legata sempre all’integrazione tra software e hardware.

Sempre l’analista ritenere che il vantaggio di Apple nel campo della Realtà Virtuale sia veramente minimo, tanto che OPPO starebbe già realizzando una piattaforma uguale ad “ARKit” anche in termini qualitativi e sopratutto tale sistema sarà compatibile non solo con smartphone iOS ma anche quelli di altri produttori che montano il sistema operativo “Android”, Per ultimo, in termini software, l’analista ricorda tutti i recenti bug presenti su iOS e Mac OS High Sierra, anche con diversi problemi di sicurezza generale, Ecco perchè la vera sfida, di Apple, in futuro, è nel migliorare soprattutto questo comparto software.

Di Vittorio Pagani

Appassionato di Tecnologia e sopratutto del mondo Apple, mi piace provare nuovi prodotti di ogni genere, la mia più grande passione è costruire e collezionare Lego, Amo l'Italia e il cibo Italiano, nel tempo libero mi programmo a più posso mentre ascolto bella musica.

Controlla anche

Cosa è successo oggi: Mercoledì 13 Giugno 2018

Partiamo subito dalle Borse: Oggi le azioni AAPL hanno avuto un rialzo di 0,39 punti (+0,20%) raggiungendo …